Category:Veicoli Archives - Pagina 2 di 2 - Zombie Day
Questo giorno potrebbe non arrivare mai… Ma se arrivasse vorresti davvero farti trovare impreparato?
feed
by AlterEgodicembre 23, 2011 7:54 am

 

Nasce ufficialmente il 3 giugno del lontano 1951 il più incredibile veicolo da fuoristrada estremo del mondo.

Il suo nome è Unimog (acronimo di “UNIversal-MOtor-Gerät”, in italiano “piattaforma motorizzata multifunzione”).

In 60 anni di attività é stato prodotto in una serie infinita di modelli e versioni per venire incontro alle esigenze più disparate.

Ciò che ha sempre distinto questa creatura della nota azienda tedesca Mercedes-Benz da qualsiasi altro 4×4 e che gli ha permesso di entrare nel mito è sicuramente lo straordinario schema tecnico di cui è dotato:

  • trazione integrale permanente;
  • 3 differenziali bloccabili manualmente;
  • notevole altezza da terra (42cm!) resa possibile dall’utilizzo di ponti a portale;
  • sospensioni a molle elicoidali;
  • telaio resistentissimo ma allo stesso tempo flessibile per consentire alle ruote ampi movimenti verticali;
  • marce dotate di rapporti cortissimi che permettono di superare pendenze superiori al 100% a pieno carico;
  • angolo d’attacco pari a 41°;
  • angolo d’uscita pari a 44°;
  • angolo di dosso pari a 39°;
  • capacità di guado: oltre 1 metro senza snorkel;
  • raggio di sterzata: 14,5 m.

E non è finita qui! Tutto questo è racchiuso in una struttura dalle dimensioni decisamente compatte per essere un camion:

  • larghezza: 2368 mm;*
  • lunghezza: 5410 mm;*
  • altezza: 2740 mm;*
  • peso a vuoto 5150 kg;*
  • peso a pieno carico 11990-13500 kg.*

(*dati riferiti alla versione U5000)

Proprio grazie a queste incredibili caratteristiche gli Unimog sono stati usati e vengono tutt’ora utilizzati da decine di  forze armate in tutto il mondo, e non solo! Anche la protezione civile italiana e i vigili del fuoco hanno a disposizione fra i propri mezzi numerosi Unimog pronti a svolgere qualsiasi compito loro affidato.

Attualmente sono in commercio gli Unimog U20/U300/U400/U500 per impieghi “leggeri” e U3000/U4000/U5000 per tutti quegli impieghi che nessun altro è in grado di affrontare.

Noi riteniamo proprio quest’ultimo, l’U5000, essere il mezzo più adatto per affrontare al meglio lo “Z” Day, soprattutto nella versione dotata dell’ottimo propulsore diesel da 4801 cm³ con 4 cilindri in linea, turbocompressore e intercooler capace di sviluppare 218 cv e una coppia infinita.

 

Arriviamo al tasto dolente… Il prezzo di listino… Ben oltre le possibilità della stragrande maggioranza di noi.

Ma se aveste la possibilità economica, sappiate che con la stessa cifra potreste portarvi a casa una Porsche Carrera ben equipaggiata. Inutile dire che con l’Unimog sareste in una botte di ferro, mentre con la Porsche………

La sicurezza non ha prezzo!

Fate tesoro dei nostri consigli e condivideteli con le persone a voi care.

AlterEgo

by AlterEgodicembre 20, 2011 9:52 pm

A partire da oggi è aperta la rubrica dedicata ai VEICOLI.

Successivamente a questa introduzione generale seguiranno di settimana in settimana approfondimenti riguardo dettagli, caratteristiche,pro e contro di ogni singolo aspetto trattato nella rubrica.

 

Quando sorge la necessità di uscire dal proprio rifugio e di spostarsi da un punto A per raggiungere un punto B è fondamentale munirsi di un veicolo.

 

Muoversi a piedi può essere un’alternativa da prendere in considerazione solo ed esclusivamente per brevi e rapidi trasferimenti o

nell’eventualità in cui si debba raggiungere luoghi impervi e difficilmente accessibili.

 

Ricordatevi  inoltre che è sempre vivamente sconsigliato procedere a piedi dopo il tramonto!

 

Il veicolo adatto agli spostamenti attraverso un ambiente ostile si contraddistingue per la presenza di una serie di caratteristiche che riteniamo non possano mancare, tra cui:

  • energia generata da un motore a combustione interna (benzina o diesel);
  • trasmissione dell’energia prodotta tramite ruote gommate;
  • 2 o 3 assi;
  • trazione integrale permanente o inseribile;
  • riduttore su tutte le marce;
  • differenziali bloccabili o autobloccanti;
  • cabina di guida chiusa (quindi non cabrio);
  • elevata capacità di carico e di traino (in rapporto alla massa e alle dimensioni);
  • generosa altezza da terra (non meno di 20 cm tra il punto più basso del veicolo e il terreno);
  • sufficiente capacità di guado (non meno di 50 cm);
  • elevati angoli di attacco, uscita e dosso;
  • dimensioni esterne non eccessive (inferiori ai 7 metri di lunghezza e ai 2,50 di larghezza);
  • ampia autonomia (almeno 300km su percorso extraurbano);
  • semplicità di utilizzo;
Sommando tutte queste caratteristiche si noterà immediatamente che sono esclusi, perché ritenuti non sicuri, o non sufficientemente polivalenti o comunque perchè poco fruibili:
  • tutti i mezzi privi di motore;
  • tutti i motocicli;
  • tutte le auto “normali” (citycar, medie compatte, berline, station wagon e monovolumi);
  • la maggior parte dei veicoli commerciali (furgoni e cabinati);

 

Rientrano invece a pieno titolo fra i veicoli che ci sentiremmo di consigliarvi:

  • tutti i fuoristrada “duri e puri”;
  • buona parte dei suv;
  • alcuni veicoli commerciali (furgoni e cabinati 4×4);
  • tutti i pick-up;

 

Detto questo, nessuno vi vieta di utilizzare un monopattino, la panda della mamma, un autobus, un bulldozer o un elicottero, ma se tenete alla vostra pelle e siete nella situazione di poter scegliere, evitate di optare per uno di questi veicoli.

 

L’unica vera eccezione può essere fatta per alcuni motocicli (in particolare le moto definite da “enduro” e da “cross”) che, grazie alle loro caratteristiche, ben si adattano all’utilizzo in particolari circostanze(perlustrazione e ricerca a medio e corto raggio) ma non ad un impiego a 360°.

 

Fino ad ora, sono stati presi in considerazione solo veicoli terrestri e sono state volutamente escluse tutte le imbarcazioni, perché  il loro ambito di utilizzo rimane estremamente circoscritto (a meno che abitiate a Venezia!) dato che, presto o tardi, sulla terraferma dovrete necessariamente tornare e in quel momento si riproporrà il problema di come proseguire. Stesso discorso può essere fatto per gli aereomobili in generale.

 

Quindi, rimanete con i piedi per terra e fate la vostra scelta!

 

Fate tesoro dei nostri consigli e condivideteli con le persone a voi care.

 

AlterEgo

 

Pagine

Category

Archivi

Iscriviti alla nostra Newsletter !
(Non ti riempiamo di spam !)

VOTACI come "miglior sito Zombie" !

Top List Ranking






© Zombie Day 2017.