Tag:Roccaforte Archives - Zombie Day
Questo giorno potrebbe non arrivare mai… Ma se arrivasse vorresti davvero farti trovare impreparato?
feed
by AlterEgodicembre 20, 2012 9:52 pm

Oltre ad unità di misura della lunghezza in uso presso i Greci antichi (pari a 200 metri circa), lo Stadio fu anche la più antica gara di corsa a piedi (così detta proprio perché si svolgeva sulla lunghezza di 1 Stadio).

Per questo motivo, fin dall’antichità, il concetto di “Stadio” venne velocemente associato al campo (e più in generale al complesso di impianti) dove si svolgevano corse e gare di varia natura.

In età moderna, rappresenta l’impianto stabile per gare e manifestazioni sportive all’aperto, costituito da una serie di gradinate riservate al pubblico e situate intorno alla spazio destinato alle manifestazioni (normalmente costituito da un manto erboso), sotto le quali sono ricavati:

  • spogliatoi
  • palestre
  • servizî igienici
  • uffici
  • sale di ristoro
  • depositi e altri servizî

L’idea iniziale di una struttura sufficientemente grande da accogliore migliaia di spettatori, affinchè possano assistere a spettacoli di vario genere, è valida ancora oggi; ma non tutto è rimasto come allora…

Infatti, l’assembramento in spazi ridotti di alcune migliaia di persone e la tensione agonistica derivante dalle competizioni sportive, ha comportato negli anni il verificarsi di problematiche relative all’ordine pubblico e alla sicurezza, fuori e dentro gli stadi.

La Pubblica Autorità ha così  introdotto numerose modifiche all’architettura “classica” degli stadi moderni, al fine di garantire la sicurezza e di prevenire gli episodi di violenza.

Proprio l’introduzione di queste nuove caratteristiche, unitamente all’architettura propria degli stadi, hanno reso questi edifici dei rifiugi ideali, difficilmente attaccabili e facilmente difendibili.

Chi deciderà di adibire uno stadio a proprio rifugio, riuscirà a sorvegliare il perimetro esterno con estrema semplicità, poichè tutti gli stadi del mondo sono circondati (in tutto o in parte) da grandi parcheggi dove è tecnicamente impossibile nascondersi.

Avrà poi la possibilità di posizionarsi in punti elevati conscio del fatto di essere  sempre e comunque circondato da alte e robuste cancellate e da un elevato numero di vie di fuga.

Inoltre, tutti gli stadi sono provvisti di un fondamentale elemento che li rende unici nel panorama dei possibili rifugi fino ad ora analizzati dallo Staff di Zombie-Day: un manto erboso di grandi dimensioni (per gli stadi di calcio si parla di circa 6000 metri quadrati!)

Questo dettaglio (che a qualcuno sembrerà banale) è invece d’importanza vitale!

Permette di coltivare in abbondanza beni preziosissimi come frutta e verdura e permette di farlo in tutta sicurezza, lontano dagli Zombi e lontano dagli occhi di altri sopravvissuti malintenzionati…

Tutto ciò che è stato detto vi fa capire perchè il nostro Staff ritenga lo Stadio uno dei migliori rifiugi possibili nell’eventualità dello Z-Day.

 

Lo staff di ZombieDay vuole ringraziare un nostro valido sostenitore di nome Marco, il quale ci ha contattato per illustrarci questa ottima tipologia di rifugio.

 

Fate tesoro dei nostri consigli e condivideteli con le persone a voi care.

AlterEgo

by AlterEgodicembre 17, 2011 10:00 am

 A partire da oggi è aperta la rubrica dedicata al RIFUGIO.

Successivamente a questa introduzione generale, seguiranno di settimana in settimana approfondimenti riguardo dettagli, caratteristiche, pro e contro di ogni singolo oggetto presente nella rubrica.


Scegliere con criterio e attenzione  il luogo dove nascondersi può fare la differenza e aumentare enormemente le probabilità di sopravvivenza.

Per evitare di dover decidere frettolosamente è fondamentale stabilire con largo anticipo quale sarà il nostro rifugio.

 

Muro - Zombieday

 

Potreste pagare caro il fatto di esservi infilati nel posto sbagliato!

 

Il rifugio ideale deve possedere determinate caratteristiche architettoniche e strutturali:

perimetro fisico che lo circonda e lo separa degli altri edifici (recinto in metallo o muro di altezza non inferiore a 2 metri);

pareti solide (pietra, mattone, cemento, metallo);

– più ingressi e uscite (vie di fuga per non rimanere intrappolati);

- strutture anti-intrusione al piano terra per porte e finestre (inferriate e porte blindate);

piani superiori o accessi al tetto;

Rifugio ideale -Zombieday

Deve possedere anche altre caratteristiche che non devono essere sottovalutate:

– presenza di approvvigionamenti o vicinanza ad edifici che li contengano;

– disponibilità di attrezzi e materiali di varia natura;

lontananza da zone pericolose (dighe, raffinerie, depositi di sostanze nocive o infiammabili, centrali nucleari);

 

Se nell’edificio che avete scelto saranno presenti tutte o quasi tutte le caratteristiche sopra citate potrà a buon titolo ritenersi un luogo sicuro.

In caso contrario, dovreste tenere in seria considerazione la possibilità di rivedere la vostra scelta.

Ma attenzione! Questa regola generale, che in linea di principio deve essere sempre applicata, come tutte le regole generali ha delle eccezioni.

 

Infatti, esistono edifici che pur non avendo nemmeno una delle caratteristiche elencate possono risultare (in particolari circostanze) luoghi molto sicuri.

Una palafitta o la classica casetta sull’albero sono rifugi efficacissimi, ma dal nostro punto di vista lo possono essere solo temporaneamente.

La possibilità di rimanere bloccati sull’albero perché circondati o di vedere gravemente danneggiato il proprio rifugio dagli eventi atmosferici nel caso della palafitta, sono rischi che non vogliamo farvi correre, per questo riteniamo non essere adatti al nostro scopo.

Casa sull'albero - Zombieday

Palafitta -Zombieday

 

Anche l’idea di costruire barricate per sopperire alla carenza di strutture anti-intrusione potrebbe rivelarsi controproducente, per vari motivi.

Innanzitutto sarebbe necessario munirsi anticipatamente di strumenti e materiali adatti,  sarebbe  necessario possedere una discreta conoscenza tecnica e soprattutto sarebbe necessario avere il tempo per farlo.

Senza poi dimenticare che la finestra o la porta che con tanta fatica avete barricato, non potranno più essere utilizzate come via di fuga.

Detto questo, a voi la scelta!


Door -Zombieday

 

Fate tesoro dei nostri consigli e condivideteli con le persone a voi care.

 

AlterEgo

Pagine

Category

Archivi

Iscriviti alla nostra Newsletter !
(Non ti riempiamo di spam !)

VOTACI come "miglior sito Zombie" !

Top List Ranking






© Zombie Day 2017.